Un po’ di Storia

 

 

 

La transazione dalla schiavitu alla liberta dei neri d’america rappresenta uno dei temi più critici nella storia evolutiva dell’uomo. Sotto e contro le regole di diversi poteri, i neri hanno raggiunto l’emancipazione durante il diciannovesimo secolo. La storia ci ha insegnato che la Libertà non è stata ottenuta in pace e troppe volte è stata accompagnata dall’odio e dalla morte. Negli United States la rinascità della libertà è giunta solo dopo distruttive guerre civili. La nostra associazione crede che non si stia facendo un operazione romantica fine a se stessa, ma che la storia anche in questo caso ci offre la possibilità comprendere la vera essenza del vivere insieme. Vogliamo quindi provare, con un onesto dialogo, a combattere l’odio e l’ignoranza nella consapevolezza che questo evento possa essere un’esperienza culturale unica per l’intero popolo umano, nella speranza che la sofferenza dei neri possa far comprendere il pericolo di dare credito a chi semina oppressione, globalizzazione, mono cultura, intolleranza e odio religioso o etnico.

Il Black History Month fu ideato dal Dott. Carter G. Woodson nel 1926 (The Association for the Study of Afro-American Life and History) con lo scopo di celebrare ogni anno l’importante eredità degli Africano-Americani e per sottolineare il ruolo fondamentale che le loro associazioni hanno avuto per il raggiungimento della giustizia e dell’uguaglianza dei diritti.

Partecipando a questa celebrazione, non si vuole fare un’operazione romantica fine a se stessa, ma raccogliere la possibilità di comprendere la vera essenza del vivere insieme. Vogliamo quindi provare, con un onesto dialogo, a combattere l’odio e l’ignoranza nella consapevolezza che questo evento possa essere un’esperienza culturale unica per l’intero popolo umano, nella speranza che la sofferenza dei neri possa far comprendere il pericolo di dare credito a chi semina oppressione, globalizzazione, mono cultura, intolleranza e odio religioso o etnico.